Che cos’è un test della marijuana alla saliva?

Un test della marijuana alla saliva è un metodo per determinare se una persona ha ingerito o fumato marijuana. Il test della marijuana della saliva è il metodo meno efficace dei test di droga comunemente usati per determinare se una persona ha usato il farmaco. La prova che una persona ha usato mostrerà solo per circa due ore. Infatti, un test della marijuana alla saliva può anche essere incline a dare un risultato falso negativo se la persona sottoposta a test ha usato il farmaco molto recentemente prima di testare.

La marijuana, o cannabis sativa, è una pianta. Quando una persona ingerisce o fuma parti della pianta, compresi semi, foglie o fiori, può sperimentare cambiamenti nella percezione che coinvolgono gusto, tatto, vista e passaggio del tempo. Inoltre, l’individuo può avere difficoltà con il coordinamento, difficoltà nel prendere decisioni, o può sperimentare attacchi di panico. L’ingrediente responsabile di questi cambiamenti nella percezione è delta-9-tetraidrocannabinolo o THC. I test antidroga cercano il THC nella sostanza testata.

Gli Stati Uniti classificano la marijuana come farmaco di tipo 1 ai sensi della legge sulla sostanza controllata. Ciò significa che la marijuana non è considerata sicura o efficace per uso medico. Le penalità per il possesso o l’essere sotto l’influenza della marijuana variano da stato a stato. Alcuni stati, come la California, legalmente consentono l’uso di marijuana quando un medico ha prescritto il farmaco.

I test antidroga possono essere richiesti in una serie di circostanze. Ad esempio, una società potrebbe richiedere uno screening per i farmaci, compresa la marijuana, come condizione per l’impiego. I tribunali possono ordinare a una persona di sottoporsi a test antidoping come condizione di patteggiamento o condizionale. Un’istituzione può chiedere al tossicodipendente o al tossicodipendente in via di recupero di sottoporsi a uno screening randomizzato delle droghe per partecipare a un programma che aiuti queste persone a rimanere sobri.

I metodi di screening per la marijuana includono test delle urine, dei follicoli piliferi e della saliva. Il test delle urine è il più utilizzato e il metodo meno costoso utilizzato. La quantità di tempo in cui il THC può essere rilevato varia in base all’individuo e al test utilizzato.

Mentre un test della marijuana alla saliva può essere in grado di rilevare il THC solo per alcune ore, un test della marijuana alla saliva ha vantaggi rispetto ad altri tipi di test. Ad esempio, è più difficile sostituire la saliva di qualcun altro quando il campione proviene direttamente dalla bocca. Inoltre, ottenere campioni per i test è meno imbarazzante rispetto al test delle urine. I risultati dei test arrivano rapidamente, rendendo un test della marijuana saliva comodo da usare quando si pensa che qualcuno sia sotto l’influenza mentre si è al lavoro o dopo un incidente sul lavoro.

Che cos’è un’emorragia rettale?

Emorragia rettale è il termine tecnico per qualsiasi tipo di sanguinamento nel retto. Di solito è causato da una ferita reale da qualche parte nell’ano, anche se in casi molto rari, il sangue può provenire da qualche parte più profonda all’interno del corpo. Molte cose possono causare emorragie nel retto, compreso tutto dalle emorroidi a certi tipi di cancro. Il trattamento varia generalmente a seconda della causa. Quando sangue rosso proviene dallo stomaco o da qualche altra parte più in alto nel sistema digestivo, può potenzialmente essere mortale perché significa che il sanguinamento è molto grave.

La maggior parte del sanguinamento rettale viene dalle emorroidi. Si tratta di vene gonfie all’interno del retto, ed è molto comune che siano leggermente perforate, specialmente durante il passaggio delle feci. Quando questo accade, le persone possono notare il sangue rosso nella toilette dopo un movimento intestinale.

Un altro disturbo comune che conduce all’emorragia rettale è la stitichezza. Quando le persone diventano stitiche, è normale che i loro movimenti intestinali si induriscano. Le feci asciutte e indurite possono facilmente ferire il retto, portando a ragadi anali che alla fine si traducono in emorragia rettale.

Una delle cause più pericolose dell’emorragia rettale riguarda i polipi. Queste sono escrescenze nell’ano che a volte possono portare al cancro. Sono simili alle emorroidi nel senso che sono inclini a essere forati durante i movimenti intestinali, che possono causare loro sanguinare.

La maggior parte delle cause di emorragia rettale non sono poi così gravi, ma non è possibile dire se il sangue proviene da qualcosa di relativamente benigno come le emorroidi o qualcosa di potenzialmente più pericoloso come polipi o sanguinamento dello stomaco. Per questo motivo, i medici raccomandano generalmente che i pazienti trattino il sanguinamento rettale come un sintomo grave e ottengano una valutazione da un medico. Ciò è particolarmente vero se si tratta del primo episodio di sanguinamento rettale della persona o se l’individuo non ha già ricevuto una diagnosi di causa di emorragia rettale. Quando si diagnostica un caso di sanguinamento rettale, i medici spesso fanno numerose domande e possono eseguire un esame del retto.

Il trattamento dell’emorragia rettale si basa interamente sulla causa di ciascun caso particolare. Quando il sanguinamento proviene da emorroidi, ci sono diversi farmaci da banco che possono essere utili, e i medici hanno procedure per affrontare casi in cui tali rimedi non sono efficaci. Trattare con costipazione comporterà normalmente una dieta con più fibre e un maggiore volume di liquidi. Polipi e altre condizioni potenzialmente gravi possono richiedere trattamenti molto specifici, che potrebbero spesso includere soluzioni chirurgiche o farmaci di prescrizione.

Cos’è un docente ospite?

Un docente ospite è un individuo che possiede una conoscenza avanzata di una particolare area tematica e che parla di quell’argomento per un gruppo o un’organizzazione con la quale normalmente non è coinvolta. Al di là di questa definizione di base, la natura esatta delle conferenze degli ospiti può variare ampiamente. Nel contesto universitario, un docente ospite è spesso un membro della facoltà che è invitato a parlare in una classe che normalmente non insegna. I docenti ospiti sono anche comunemente invitati a rivolgersi a organizzazioni professionali e sociali, nonché a gruppi scolastici elementari e secondari. Infine, un docente ospite può parlare a gruppi di viaggiatori, in particolare sulle navi da crociera, come parte di un’esperienza turistica.

All’interno dell’università, un conferenziere ospite è spesso un membro della facoltà invitato a tenere una lezione in una classe che normalmente non insegna. In generale, lo scopo di questo accordo è quello di arricchire un corso attraverso l’inclusione di conoscenze specialistiche pertinenti che il normale docente di quel corso non possiede. Ad esempio, un professore che insegna un corso di letteratura modernista può invitare un collega del dipartimento di architettura dell’università a tenere una conferenza ospite sui paesaggi urbani degli inizi del XX secolo. Aggiungendo il contesto, le informazioni contenute nella lezione ospite possono quindi ampliare la comprensione da parte degli studenti dei testi letterari di questo periodo.

È anche comune per le organizzazioni professionali, i club sociali e i gruppi scolastici elementari e secondari invitare un docente ospite a parlare con loro su alcuni argomenti rilevanti. Un club escursionistico, ad esempio, può chiedere a un ecologo di tenere una lezione sulla riduzione dell’impatto ambientale durante le escursioni. Le scuole elementari o secondarie spesso invitano figure municipali locali come agenti di polizia e vigili del fuoco a tenere lezioni su argomenti educativi, come il modo di comportarsi con gli estranei o come minimizzare la possibilità di incendio nella propria casa.

Infine, un docente ospite può parlare a gruppi di viaggiatori, in particolare sulle navi da crociera, come parte di un’esperienza turistica. Spesso, questi docenti sono contratti come parte di una crociera a tema. Ad esempio, una crociera progettata per gli appassionati di cucina può includere una conferenza ospite di uno chef famoso, mentre una crociera che ruota intorno alle immersioni può includere un indirizzo di un biologo marino. Alcuni docenti ospiti di questo tipo possono essere professionisti che si stanno semplicemente prendendo una pausa dal loro lavoro normale, mentre altri possono essere professionisti in pensione o possono persino lavorare a tempo pieno su un circuito di conferenze ospite.

Cos’è una Fistula-In-Ano?

Una fistola-in-ano è una frase medica derivata dal latino e usata per descrivere un’apertura anormale alla fine del canale anale, che è il canale utilizzato per eliminare i sottoprodotti della digestione dal corpo. L’apertura anormale ricorda un tubo ed è chiamata fistola. Si collega alla pelle perianale – la regione che circonda la giunzione del canale anale e la pelle al muscolo dello sfintere anale. La maggior parte delle fistole in questa regione sono causate da un ascesso e sono caratterizzate da arrossamento, gonfiore, dolore, dolore e frequentemente con febbre. Una fistola in ano si manifesta più del doppio negli uomini rispetto alle donne.

Questo tipo di fistola si verifica in genere molto vicino all’area dello sfintere e deriva dalle ghiandole interne in quest’area che possono bloccarsi, in modo simile al processo che causa l’acne della pelle. Queste ghiandole possono quindi diventare infette, producendo ascessi. L’infezione può aumentare, causando l’ascesso a progredire nella parete muscolare che sviluppa i canali, o tratti, verso la pelle.

È stato clinicamente osservato che circa il 70% di tutte le fistole si verifica da questo tipo di ascesso. Inoltre, sebbene gli ascessi possano essere trattati con una semplice procedura chirurgica chiamata incisione e drenaggio (I & D), una volta che l’ascesso ha raggiunto lo stadio di una fistola, è necessario un intervento chirurgico più esteso. È stato anche notato che anche se gli ascessi rettali hanno subito un I & D, c’è ancora una grande possibilità di sviluppare una fistola-in-ano ricorrente o cronica, che richiederebbe un intervento chirurgico più intenso.

Altri termini usati per descrivere una fistola-in-ano sono: fistola anale, fistola anorettale, fistola perianale o fistola rettale. Tutti questi termini si riferiscono ad una connessione anormale tra il rivestimento del canale anale e la superficie della pelle. Poiché il canale anale è lungo solo circa 1-1,5 pollici (2,5-4,0 cm), quest’area immediata è relativamente piccola. Le fistole tendono ad essere concentrate intorno allo sfintere anale a causa dell’elevato numero di ghiandole in quest’area che lubrificano i muscoli dello sfintere. Ci sono molte pieghe di tessuto in quest’area che potrebbero anche contribuire allo sviluppo di ragadi anali asciugandosi, e quindi infettandosi, con conseguente sviluppo di ascessi.

Molte ragioni sono state date come possibili cause di sviluppo di una fistola in ano. Sebbene la grande maggioranza sia stata trovata essere causata da ascessi, alcuni sono stati conosciuti per accadere spontaneamente. Altre fistole rettali più complesse e più rare sono state causate da lesioni, radiazioni usate per curare il cancro, complicazioni del morbo di Crohn o da malattie trasmesse sessualmente (STD) – una fistola in ano può anche essere causata dall’infezione dopo l’intervento eseguito per una ragione diversa.

Cos’è un impulso femorale?

Un impulso è le pulsazioni ritmiche prodotte dal cuore pulsante di una persona mentre le onde di sangue circolano e espandono le arterie del corpo. Quando l’arteria che è espansa da questi battiti ritmici è l’arteria femorale, le pulsazioni che possono essere palpate sono indicate come l’impulso femorale. L’arteria femorale è un vaso sanguigno molto grande che fornisce alla coscia un sangue ossigenato, un fatto che induce alcune persone a pensare che l’impulso femorale sarebbe più forte di altri impulsi del corpo. È, tuttavia, il polso più difficile da localizzare e di solito non si sente molto forte.

I legumi derivano i loro nomi dall’arteria specifica che viene compressa su un osso specifico. Ad esempio, l’impulso è prodotto dall’arteria femorale compressa sul femore, che è il femore. Sebbene la presenza di un impulso sia un segno vitale, l’impulso femorale non viene quasi mai controllato per verificare se qualcuno è vivo. L’impulso carotideo o radiale è invece verificato come un segno di vita. Un impulso femorale, tuttavia, assicura che il sangue ossigenato raggiunga la coscia.

È corretto dire che una persona ha due impulsi femorali, uno per ogni coscia. Le pulsazioni possono essere palpate nella piega tra l’addome e entrambi i lati della zona inguinale a seconda di quale si trova. Se un individuo è obeso, generalmente è estremamente difficile palpare il suo polso femorale. L’arteria femorale fornisce sangue ricco di ossigeno alla coscia, con il sangue che proviene dal cuore, non scorre verso di esso. La vena femorale è il vaso attraverso il quale il sangue ritorna al cuore.

Anche se è la coscia che viene “nutrita” dal sangue da questa importante arteria, anche la parte inferiore della gamba è nutrita, perché i rami dell’arteria o sporgono mentre viaggia lungo la coscia. Quando si diramano i vasi sanguigni, cambiano anche i loro nomi. Questo aiuta gli operatori sanitari a localizzare un’area specifica del corpo in un dato momento. L’assenza o la debolezza di questo impulso farebbe avvertire gli operatori sanitari della necessità di verificare gli impulsi della caviglia e del piede, perché sono distali rispetto alla coscia. Casi di grave sanguinamento dall’arteria femorale potrebbero richiedere l’applicazione di pressione sull’area di questo polso per controllare l’emorragia.

Cos’è la conduzione aerea?

La conduzione aerea è il modo in cui i suoni raggiungono le nostre orecchie. È il modo in cui quasi tutto il suono viene trasmesso ad eccezione della nostra stessa voce. La voce dell’ascoltatore viene trasmessa attraverso la conduzione ossea.

Il suono viaggia attraverso il condotto uditivo fino al timpano attraverso il processo di conduzione dell’aria, facendo vibrare il timpano. Queste vibrazioni sono passate a tre ossa più piccole nell’orecchio medio chiamate ossicini. Queste vibrazioni o onde sonore, quindi viaggiano nella coclea. Il condotto uditivo è un tubo che va dall’orecchio esterno all’orecchio medio. Inizia dal pinna, noto anche come il padiglione auricolare, che è la porzione esterna dell’orecchio. Il condotto uditivo quindi viaggia verso il timpano.

Il timpano è una sottile membrana che separa l’orecchio esterno e quello medio. È qui che il suono viene trasmesso agli ossicini, piccole ossa che trasmettono il suono alla coclea. La coclea fa parte del labirinto o dell’orecchio interno. Il labirinto è un passaggio pieno di liquido che contiene il vestibolo dell’orecchio, la coclea e i canali semicircolari. È responsabile dell’udito e dell’equilibrio.

La conduzione dell’aria trasmette il suono alla coclea a forma di spirale. Il fluido all’interno della coclea si muove in risposta alle vibrazioni. Le ciglia all’interno della coclea iniziano quindi a muoversi. Questo movimento converte le vibrazioni in segnali elettrici. Questi segnali elettrici vengono quindi trasportati a migliaia di cellule nervose tramite neurotrasmettitori o sostanze chimiche che trasmettono gli impulsi nervosi.

Le audizioni possono indagare su quanto bene una persona ascolta. Esiste un test dell’udito per verificare la conduzione dell’aria e l’udienza della conduzione ossea. La conduzione aerea, o test dell’udito con tono puro, utilizza le cuffie e una serie di brevi segnali acustici a diverse intensità e intervalli. Il test di conduzione ossea coinvolge un oscillatore osseo, o vibratore, posto sul mastoide. Il mastoide è un osso situato dietro l’orecchio.

Con la conduzione d’aria i risultati di perdita dell’udito dal test di conduzione ossea sono migliori. Questa differenza viene definita come un gap aria / osso. Una perdita uditiva che coinvolge la conduzione aerea e la conduzione ossea è chiamata perdita mista.

L’ipoacusia a conduzione aerea può essere trattata attraverso l’uso di apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici amplificano il suono. Gli impianti cocleari sono un’altra opzione di trattamento per la perdita dell’udito. Questi dispositivi elettrici impiantati chirurgicamente, noti anche come un orecchio bionico, forniscono un senso del suono a persone che hanno gravi difficoltà uditive o per coloro che sono considerati profondamente sordi.

Che cosa è una masterizzazione di quarto grado?

Una bruciatura di quarto grado è il tipo più grave di ustione possibile da sostenere. Le ustioni sono classificate in un sistema di rating dal primo al quarto, mentre il quarto è il peggiore. Queste ustioni sono spesso causate da incendi elettrici, sostanze chimiche o contatto prolungato con le fiamme e sono caratterizzati da danni significativi a pelle, muscoli, legamenti e ossa. Tali ustioni possono essere pericolose per la vita e richiedono lunghi periodi di riabilitazione e terapia.

Quando viene sostenuta un’ustione di quarto grado, i tessuti principali della pelle e gli strati sottostanti vengono completamente distrutti. Queste ustioni non sono dolorose dopo l’evento perché i nervi sensoriali danneggiati non possono più inviare segnali di dolore al cervello. Strati di pelle, muscoli, tendini, legamenti e possibilmente ossa sono sradicati e il sito di ustione sarà profondo. L’area di bruciatura sarà di aspetto nero e l’escara si svilupperà con la guarigione. L’escara è strati di pelle morta e di tessuto come una crosta che cade gradualmente dalla bruciatura.

Il trattamento chirurgico è sempre necessario per un’ustione di quarto grado. Potrebbe essere necessario innestare l’area per chiudere il sito e prevenire l’infezione, ma a volte un innesto cutaneo non è possibile con questa gravità di ustione. In molti casi, è impossibile riparare l’area o salvare l’arto, ma l’amputazione potrebbe essere necessaria per salvare la vita del paziente. Indipendentemente dal tipo di trattamento richiesto, i pazienti presenteranno tipicamente menomazioni significative nelle capacità di vita quotidiana e richiederanno mesi o anni di riabilitazione e terapia.

La riabilitazione dopo un’ustione di quarto grado comporterà una serie di diversi tipi di terapia, compresi i servizi fisici, professionali e psicologici. La fisioterapia aiuterà con compiti motori grossolani, come camminare o usare di nuovo gli arti superiori, mentre il lavoro professionale affronterà le attività quotidiane e le abilità di auto-aiuto come cucinare, pulire, vestirsi e fare il bagno. Le terapie psicologiche affrontano le conseguenze emotive del trauma ustionato e, forse, l’adattamento a un nuovo corpo o cicatrici.

La probabilità di morte derivante da una grave ustione dipende dalla percentuale del corpo bruciato, dall’età del paziente, dalla salute generale e da altre lesioni associate. I rischi di morte aumentano con la quantità di corpo che viene bruciata, in particolare in aree chiave come la testa e il petto. Le persone anziane hanno più probabilità di morire rispetto ai più giovani a causa di una ustione di quarto grado, ei bambini avranno bisogno di un maggiore sostegno fluido e di un trattamento specialistico rispetto agli adulti.

Cos’è una ripartizione mentale?

Mentre il termine demolizione mentale è comunemente usato, non è in realtà una designazione medicalmente riconosciuta, e quindi può potenzialmente riferirsi a un numero di diversi sintomi e condizioni psicologici. Spesso è inteso, tuttavia, indicare un collasso della propria stabilità mentale, che può verificarsi in risposta a una o più crisi esterne. I sintomi di un tale collasso possono variare ampiamente, ma possono assomigliare a quelli della depressione e dei disturbi d’ansia e di solito rappresentano una grave interruzione della vita normale di una persona. Coloro che sentono di sperimentare una rottura della loro stabilità mentale dovrebbero cercare immediatamente un trattamento medico.

La disgregazione mentale non è un termine medico e di conseguenza non ha una definizione esatta. Al di fuori della comunità medica, tuttavia, il termine è spesso inteso come un collasso della propria stabilità mentale, spesso avvenuta in risposta a una crisi esterna oa una serie di crisi. Gli eventi che possono stimolare questo tipo di collasso psicologico potrebbero includere stress lavorativo, disoccupazione, divorzio, morte di una persona cara o problemi finanziari.

Poiché la distruzione mentale non è in realtà una condizione specifica, definita dal punto di vista medico, è difficile descrivere i suoi sintomi esatti. Nella mente di molti, infatti, questo tipo di rottura non è caratterizzato da una lista fissa di sintomi, ma piuttosto dalla gravità dei sintomi di un individuo. Vale a dire, una rottura mentale si distingue dalle altre difficoltà di salute mentale in quanto una rottura determina una grave interruzione della vita normale del malato. Un malato può, ad esempio, abbandonare improvvisamente tutte le relazioni personali o sentirsi incapace di uscire di casa.

Come il collasso nervoso, il termine esaurimento nervoso può essere spesso un eufemismo che viene usato al posto dei nomi dei disturbi di salute mentale per evitare di causare offesa, imbarazzo o disagio. Quello che viene definito un esaurimento nervoso è spesso un grave caso di depressione. Una riacutizzazione di un disturbo d’ansia può anche essere erroneamente etichettata come una rottura.

Coloro che sentono di sperimentare un collasso della loro stabilità mentale dovrebbero cercare assistenza medica il prima possibile. Un medico o uno psichiatra può diagnosticare eventuali condizioni di salute mentale sottostanti che possono essere raggruppate sotto l’etichetta di guasto generico. Gli esperti medici possono anche fornire il supporto necessario per aiutare il malato di rottura a risolvere i suoi problemi psicologici e tornare alla sua vita normale quando è pronto. Il trattamento può variare molto, ma può includere sessioni di terapia individuale o di gruppo, un soggiorno in una struttura di riabilitazione o un trattamento.

Cos’è un termometro frontale?

I vecchi standbys di termometri orali e rettali sono stati gradualmente eliminati e sostituiti da nuove tecnologie. Uno dei metodi più recenti per valutare la febbre di una persona è il termometro frontale. Questi sono disponibili in due diverse forme: una striscia posizionata sulla fronte o un termometro dell’arteria temporale. La forma a striscia del termometro frontale è in circolazione da alcuni anni, ma il termometro dell’arteria temporale è una nuova invenzione.

Il termometro a striscia sulla fronte, sviluppato negli anni ’90, è una striscia monouso di plastica con cristalli liquidi incorporati nella striscia. Per prendere la temperatura di una persona, si mette la striscia contro la fronte della persona. I cristalli liquidi reagiscono con la temperatura della pelle. Dopo aver atteso da qualche secondo a qualche minuto, a seconda della marca, i cristalli cambieranno colore. I termometri hanno una linea numerica che mostra la temperatura in base al colore visualizzato. Questi sono grandi per l’uso con neonati e bambini piccoli. Tenete a mente, tuttavia, gli studi hanno dimostrato che questo tipo di termometro frontale non è sempre preciso. Tuttavia, ti darà un’idea se il bambino ha la febbre.

Un termometro ad arteria temporale utilizza la luce a infrarossi per misurare la temperatura di una persona. Per usare il dispositivo, si scansiona il termometro sopra la tempia della persona con la febbre. Il termometro utilizza quindi una luce a infrarossi per leggere la temperatura della pelle su un’arteria situata nella tempia. Il portatile ha una finestra elettronica che visualizza la temperatura. Questi termometri leggono la temperatura della persona molto rapidamente e sono in genere piuttosto precisi. Anche questi sarebbero grandi per neonati e bambini. Tuttavia, il costo può essere una preoccupazione.

Le strisce di termometro sulla fronte possono costare da $ 9,95 dollari dichiarati dagli Stati Uniti (USD) fino a $ 600 USD per scatola. Il costo dipende dal numero di strisce, dal produttore e dalla precisione del prodotto. I termometri sulla fronte a infrarossi possono costare tra $ 30 USD e $ 150 USD. Assicurati di pensare a chi userà il termometro e la precisione necessaria per decidere un prodotto.

Sia che si utilizzi un termometro frontale a cristalli liquidi o un termometro frontale a infrarossi, i bambini e gli altri apprezzeranno il comfort e la praticità di questa tecnologia. Riducono lo stress posto su un paziente, in particolare i bambini, quando prendono la loro temperatura. Ogni tipo ha i suoi pro e contro, quindi assicurati di cercare ognuno prima di acquistare per garantire che il prodotto soddisfi le esigenze del paziente.

Che cos’è un’emorragia vitrea?

Un’emorragia vitreale è un problema medico con l’occhio in cui un vaso sanguigno si rompe e si riversa nel gel vitreo, il gel trasparente che riempie l’occhio. Ci sono una serie di ragioni per le quali può svilupparsi un’emorragia vitrea e ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili. Questa condizione è generalmente gestita da un oftalmologo, sebbene se l’emorragia fosse causata da un processo patologico di base, un altro medico può essere consultato per fornire un trattamento più completo.

Gran parte dell’occhio è occupato dal vitreo. Quando il sangue penetra in questa zona dell’occhio, può causare macchie, macchie, fluttuanti e visione offuscata. In casi estremi, il paziente può sviluppare cecità. Questi sintomi visivi sono di solito l’unico segno di un’emorragia del corpo vitreo, in quanto la condizione di solito non è dolorosa. A volte la condizione è complicata da un problema come il distacco della retina, a seconda di ciò che ha causato l’emorragia in primo luogo.

I minuscoli vasi sanguigni all’interno dell’occhio si rompono solitamente perché sono indeboliti. Gli individui con ipertensione, retinopatia diabetica e anemia falciforme sono a maggior rischio di emorragia del vitreo. Inoltre, questa condizione può essere causata da un trauma alla vista. Possono anche essere coinvolte altre condizioni mediche di base, rendendo la discussione di eventuali problemi medici esistenti una parte importante del lavoro del paziente allo scopo di determinare quali fattori contribuenti possono essere coinvolti.

L’approccio conservativo al trattamento è di non fare nulla. In alcuni pazienti, il sangue fuoriuscito si coagula e viene riassorbito e l’emorragia del vitreo si risolve da sola. Nelle persone con grave emorragia o fattori di rischio in sospeso, il medico può raccomandare una vitrectomia, in cui parte del gel viene aspirata e sostituita con una soluzione salina. Ci sono alcuni rischi per questa procedura, ed è generalmente consigliato solo quando è necessario.

Come parte del trattamento per l’emorragia del corpo vitreo, il medico affronterà anche altre condizioni per gli occhi e problemi medici che il paziente potrebbe provare. È importante fornire un trattamento per problemi medici di base o l’emorragia può ripresentarsi e l’occhio potrebbe essere compromesso. I trattamenti possono includere aggiustamenti all’attuale piano di trattamento del paziente, così come workup per determinare il motivo per cui la condizione di base del paziente è divampata e ha portato a un’emorragia negli occhi. Per le persone che presentano condizioni che li mettono a rischio di problemi agli occhi, è importante stare attenti e gestire la condizione per evitare che tali problemi si manifestino.