Cos’è una Fistula-In-Ano?

Una fistola-in-ano è una frase medica derivata dal latino e usata per descrivere un’apertura anormale alla fine del canale anale, che è il canale utilizzato per eliminare i sottoprodotti della digestione dal corpo. L’apertura anormale ricorda un tubo ed è chiamata fistola. Si collega alla pelle perianale – la regione che circonda la giunzione del canale anale e la pelle al muscolo dello sfintere anale. La maggior parte delle fistole in questa regione sono causate da un ascesso e sono caratterizzate da arrossamento, gonfiore, dolore, dolore e frequentemente con febbre. Una fistola in ano si manifesta più del doppio negli uomini rispetto alle donne.

Questo tipo di fistola si verifica in genere molto vicino all’area dello sfintere e deriva dalle ghiandole interne in quest’area che possono bloccarsi, in modo simile al processo che causa l’acne della pelle. Queste ghiandole possono quindi diventare infette, producendo ascessi. L’infezione può aumentare, causando l’ascesso a progredire nella parete muscolare che sviluppa i canali, o tratti, verso la pelle.

È stato clinicamente osservato che circa il 70% di tutte le fistole si verifica da questo tipo di ascesso. Inoltre, sebbene gli ascessi possano essere trattati con una semplice procedura chirurgica chiamata incisione e drenaggio (I & D), una volta che l’ascesso ha raggiunto lo stadio di una fistola, è necessario un intervento chirurgico più esteso. È stato anche notato che anche se gli ascessi rettali hanno subito un I & D, c’è ancora una grande possibilità di sviluppare una fistola-in-ano ricorrente o cronica, che richiederebbe un intervento chirurgico più intenso.

Altri termini usati per descrivere una fistola-in-ano sono: fistola anale, fistola anorettale, fistola perianale o fistola rettale. Tutti questi termini si riferiscono ad una connessione anormale tra il rivestimento del canale anale e la superficie della pelle. Poiché il canale anale è lungo solo circa 1-1,5 pollici (2,5-4,0 cm), quest’area immediata è relativamente piccola. Le fistole tendono ad essere concentrate intorno allo sfintere anale a causa dell’elevato numero di ghiandole in quest’area che lubrificano i muscoli dello sfintere. Ci sono molte pieghe di tessuto in quest’area che potrebbero anche contribuire allo sviluppo di ragadi anali asciugandosi, e quindi infettandosi, con conseguente sviluppo di ascessi.

Molte ragioni sono state date come possibili cause di sviluppo di una fistola in ano. Sebbene la grande maggioranza sia stata trovata essere causata da ascessi, alcuni sono stati conosciuti per accadere spontaneamente. Altre fistole rettali più complesse e più rare sono state causate da lesioni, radiazioni usate per curare il cancro, complicazioni del morbo di Crohn o da malattie trasmesse sessualmente (STD) – una fistola in ano può anche essere causata dall’infezione dopo l’intervento eseguito per una ragione diversa.